Aloe: da Alessandro Magno ad oggi

Aloe: da Alessandro Magno ad oggi

L’Aloe è una pianta conosciuta da millenni e ogni anno che passa sembrano emergere nuove caratteristiche e nuove potenzialità.

Scavando nella sua storia scopriamo che grandi persone del passato filosofi, scienziati e religiosi ne sono stati assidui utilizzatori e conoscitori.

Gli antichi egizi la consideravano la pianta dell’immortalità e la utilizzavano a scopo medicamentoso sia per via esterna che per via interna oltre a utilizzarla curiosamente nei processi di imbalsamazione.

Anche il Re Salomone e Alessandro Magno si dice che fossero dei grandi cultori di questa pianta.

Quest’ultimo conquistò persino un’isola vicino al corno d’Africa per potersi assicurare una grande fornitura di questa pianta per curare le ferite dei suoi soldati durante le campagne militari.

Oggi questa pianta dopo essere rimasta per qualche tempo nel dimenticatoio sta calamitando l’interesse di tutti grazie ai continui riscontri sui benefici effetti riguardo al benessere e alla salute.

L’aloe è una pianta perenne appartenente alle xerofile.

Tagliando la parte centrale della foglia è possibile distinguere un tessuto acquoso centrale circondato da un tessuto verde in cui sono presenti particolari cellule ripiene di un liquido giallino che si libera quando la foglia viene incisa.

Tradizionalmente si raccoglie il succo che cola spontaneamente dalle foglie tagliate e che poi viene concentrato mediante ebollizione.

Il gel invece è costituito unicamente dalla parte centrale della foglia e si ottiene per eliminazione dei tessuti più esterni.

Esistono diverse specie di Aloe le più conosciute e utilizzate sono le seguenti:

  •       Aloe Vera (o Barbadensis) deve il suo nome alle Isole Barabados dove è molto diffusa. Dall’Aloe vera si ricava un ottimo succo da bere, ma è anche la specie di elezione per la produzione di gel ad uso topico.
  •       Aloe Arborescens presenta foglie con poco contenuto di acqua, ma un’elevatissima quantità di attivi che dà origine ad un succo dalle molteplici proprietà.

 

Perché si possa realmente beneficiare delle virtù di questa pianta è importante assicurarsi che provenga da coltivazioni biologiche certificate e che sia pura.

 

Il succo di Aloe è prodigioso per:

  •       aumentare le difese immunitarie;
  •       contrastare l’invecchiamento cellulare e la produzione di radicali liberi;
  •       la sua eccellente azione depurativa;
  •       favorire la regolarità intestinale;
  •       aiutare la digestione; 
  •       l’igiene della bocca e delle mucose orali infiammate;

 

Il gel ricavato dall’Aloe invece è indicato per: 

  •       idratare la pelle;
  •       Lenire arrossamenti e fastidi provocati da agenti esterni
  •       Lenire pruriti e piccole irritazioni occasionali
  •       Per il benessere della pelle di adulti e bambini
  •       Per lenire i fastidi della zona intima

 

 

Per ora di questa affascinante pianta conosciamo questi benefici, ma vi terremo aggiornati sulle scoperte future riguardanti le sue proprietà straordinarie e i suoi benefici effetti terapeutici!