Gambe pesanti: dritte su come comportarsi

Gambe pesanti: dritte su come comportarsi

La sensazione di pesantezza e stanchezza delle gambe è molto comune e colpisce specialmente il genere femminile.

Il problema delle gambe pesanti può presentarsi anche a riposo.

Non è sempre solo correlato alla pratica di attività sportive o a sforzi eccessivi.

È strettamente correlata al funzionamento del sistema circolatorio: un insufficiente apporto di ossigeno a questo apparato può determinare insopportabile gonfiore, dolore e debolezza agli arti inferiori.

Di solito questi dolori hanno origine dai piedi e si irradiano poi, diffondendosi lungo tutte le gambe.

Questo disturbo può colpire soprattutto le persone che per ragioni lavorative passano molto tempo in piedi, persone che conducono una vita troppo sedentaria o che sono costretti a passare molte ore seduti in macchina, in treno, in aereo o alla scrivania del loro ufficio.

Pantaloni troppo stretti e aderenti, collant, tacchi alti, e scarpe con suola troppa bassa limitano la circolazione predisponendo a questo tipo di disagi.

Il fastidio delle gambe pesanti è infine accentuato in caso di sovrappeso, nella stagione calda, durante la gravidanza e con il consumo di alcool.

Queste condizioni creano vasodilatazione rallentando il circolo sanguigno.

Per contrastare le gambe pesanti bisogna innanzitutto cercare di metterle in moto il più possibile.

Praticare attività fisica moderata, ma regolare ogni settimana, fare passeggiate o semplicemente alzarsi dalla sedia ogni tanto è utile per riattivare il flusso del sangue.

Può portare sollievo anche tenere le gambe alzate durante il riposo per esempio posizionando due cuscini sotto le gambe quando si è sdraiati a guardare la tv.

Si può intervenire anche con un’alimentazione sana ed equilibrata.

Introdurre molti liquidi durante il giorno e seguire una dieta a base di frutta e verdura ricchi di sali minerali, come agrumi, broccoli e ananas è consigliabile perché serve a combattere la ritenzione idrica.

Anche dormire è fondamentale; andare a dormire presto, alzarsi sempre alla stessa ora al mattino e concedersi un riposo di 7/8 ore a notte è davvero d’aiuto.