Le 3 regole fondamentali per un'abbronzatura perfetta

Le 3 regole fondamentali per un'abbronzatura perfetta

L’abbronzatura è sinonimo di benessere.

Il sole è fonte di vita e ha importantissimi effetti positivi sull’uomo come abbiamo sentito spesso dire in questo periodo, come quelli sul tono dell’umore e sulla sintesi della vitamina D.

Ha inoltre un'azione benefica verso alcune patologie della pelle, azione antisettica e di produzione di melanina nuova.

Non va dimenticato, però, che l’esposizione al sole potrebbe avere ripercussioni negative se non fatta in maniera corretta.

Infatti l'abbronzatura oggi giorno, è ben accetta solo se la cute dorata si mantiene in parallelo sana, luminosa, elastica ed idratata.

Bisogna infatti esporsi al sole rispettando tre regole fondamentali.

  • La prima è il buon senso: il significato dell’abbronzatura dal punto di vista della pelle non è certo quello di farci apparire più colorati, bensì quello di proteggere le cellule cutanee.

  • La seconda regola è non eccedere: non rimanere al sole diretto troppe ore al dì ed in particolare tra le 11 e le 15 quando i raggi sono eccessivamente carichi di radiazioni.

  • La terza regola è protezione: preparare la pelle all’esposizione solare almeno 2 settimane prima assumendo integratori alimentari ad azione antiossidante che migliorano la pigmentazione che risulterà più omogenea e duratura.

Per proteggere la pelle bisogna applicare un prodotto solare.

Sono consigliate le protezioni molto alte nei primi 3 giorni di esposizione poi a seconda del foto tipo cutaneo della tipologia di pelle e della sensibilità personale l’SPF si può abbassare.

Infine, non dimenticare di idratarsi dopo l’esposizione, per ripristinare il corretto livello idrico della pelle.