A-A-A Abbronzatissima: consigli per un'abbronzatura atomica!

A-A-A Abbronzatissima: consigli per un'abbronzatura atomica!

“A A-Abbronzatissima
Sotto i raggi del sole
Come è bello sognare
Abbracciato con te!”

Cantava Edoardo Vianello esaltando la bellezza della carnagione dorata e oggi, 21 giugno, primo giorno d’estate non possiamo non dedicare il nostro blog interamente a questo argomento.

Tutti noi abbiamo una voglia matta di partire, di viaggiare e di visitare posti nuovi, con già tutte le vacanze prenotate, stiamo sperando che le pagine del calendario volino via per arrivare al fatidico giorno “x” della partenza.

Anche quest’anno la maggior parte di noi si dirigerà verso località di mare con l’obbiettivo, oltre a quello di rilassarsi, di raggiungere un’abbronzatura perfetta e duratura.

Ed ecco che vedremo donne e uomini per cui la tintarella è un vero e proprio rito sacro, passare ore e ore sul lettino come salme, unti di qualche olio di dubbia fonte, girandosi e rigirandosi come bistecche.

Altri, grandi amanti del sole, ma non del caldo si attrezzeranno con materassini e canotti per raggiungere la boa, attraccare e godersi i raggi del sole rifrescandosi ogni tanto con un bel bagnetto in acqua.

E infine, ci saranno quelli più spavaldi che si presenteranno in spiaggia nelle ore più calde con la pelle bianca come le pareti e senza protezione solare con la speranza di raggiungere l’agognata abbronzatura in poche ore, e che riconosceremo la sera tra la folla nelle stradine del centro per il colore rosso fuoco del loro viso. 

A questo proposito, ci sono delle regole fondamentali da seguire per avere una abbronzatura da copertina.

Innanzitutto, bisogna avere pazienza.

L’abbronzatura che dura fino a fine ottobre è quella che si ottiene gradualmente, con il tempo, proteggendo sempre la pelle con la protezione anche a fine dell’estate quando la pelle è già bella colorita.

Seconda cosa, prima di partire, bisogna controllare il periodo post apertura dei solari aperti l’anno prima, il cosiddetto PAO, indicato con il simbolo del vasetto aperto e il numero di mesi in cui il prodotto mantiene le sue proprietà.

Sono sicura che la maggior parte saranno già aperti da molto tempo e potranno essere utilizzati solo più come crema idratante in quanto non proteggeranno più dai raggi del sole.

I solari vanno poi scelti in base alla tipologia di pelle, ma è consigliabile per tutti utilizzare una protezione più alta all’inizio dell’estate andando a diminuire il fattore di protezione quando la carnagione è già dorata.

Bisogna scegliere solari di qualità, perché ricordiamoci sempre, che staranno a contatto con la nostra pelle tutta l’estate.

Quelli che contengono oltre ai filtri solari principi attivi come l’olio di Argan e olio di Jojoba, Burro di Karitè e Acido Ialuronico sono da preferire perché oltre a proteggere la pelle, la idratano e la nutrono ripristinando il mantello idrolipidico disidratato dalla lunga esposizione alla luce solare e contrastando i processi di invecchiamento.

Infine, dopo la doccia la sera non dimenticatevi del doposole!!!