Cistite: cos'è, come riconoscerla e quali sono i rimedi

Cistite: cos'è, come riconoscerla e quali sono i rimedi

La cistite è un disturbo della vescica che può manifestarsi in diverse forme. Diversi studi scientifici dimostrano che può avere un’origine batterica o virale.

La Cistite coinvolge una donna su due nel corso della vita presentandosi con sintomi dolorosi quali: sensazione di avere un impellente bisogno di urinare anche dopo aver appena svuotato la vescica associato a bruciore durante la minzione, dolore nella parte bassa dell’addome e, nei casi più rari, talvolta anche presenza di sangue nelle urine. 

L’infiammazione a carico della vescica può essere acuto o cronico: l'infezione, infatti, può risolversi dopo un solo episodio, oppure, specie quando viene trascurata, ripresentarsi e cronicizzarsi diventando un compagno spiacevole.

 

La maggioranza delle infezioni delle vie urinarie è di natura batterica

È provocata principalmente dai batteri Escherichia Coli e in minori circostanze da microorganismi quali Proteus o Enterococcus che risalgono per l’uretra e raggiungono la vescica causando la cistite.

Nel sesso femminile l’uretra è lunga 3-5 cm quindi è facile per i batteri raggiungere la vescica, mentre negli uomini è il triplo, di 13-16 cm.

Per questo motivo la cistite nel sesso maschile è molto più insolita, ma possibile.

Fattori che la favoriscono

Tra i vari fattori che aumentano la probabilità di compromettere il benessere delle vie urinarie vi sono i seguenti:

  • Terapia antibiotica
  • Stress
  • Alimentazione irregolare
  • Abbassamento delle difese immunitarie
  • Affaticamento fisico o mentale
  • lavaggi con detergenti intimi troppo aggressivi
  • diabete
  • gravidanza
  • Scarsa o eccessiva igiene intima;
  • Utilizzo di assorbenti interni
  • Pantaloni o biancheria intima eccessivamente aderente;

Per prevenire la cistite il consiglio è:

  •       Bere molta acqua durante il corso della giornata (almeno 1,5/2 litri) perché i liquidi possono favorire il drenaggio dei batteri.
  •       Supportare le difese immunitarie con integratori alimentare
  •       Dare supporto alla flora batterica intestinale
  •       utilizzare biancheria intima di cotone e abiti larghi e comodi
  •       Evitare zuccheri raffinati, alcool, caffè
  •       Evitare il fumo
  •       Uno degli alimenti consigliati è il Cranberry o succo di mirtillo rosso
  •       Cambiarsi il costume se bagnato
  •       Da preferire una dieta sana ed equilibrata ricca di fibre e cereali, frutta e verdura fresca di stagione, come mandarini fragole, frutti rossi e verdura a foglia verde

La Natura che aiuta

Dopo aver chiesto il parere del medico, se l’indicazione non è antibiotica è molto utile la fitoterapia che propone dei validi rimedi di origine naturale.

Le piante più utilizzate sono Canberry che favorisce la corretta funzionalità delle vie urinarie e Uva Ursina dall'azione drenante e diuretica.

Anche l’Aromaterapia è indicata, in particolare con gli oli essenziali:

 Olio essenziale di Bergamotto, Camomilla, Cedro, Lavanda, Limone, Rosmarino e Timo sono utili nel trattamento delle infezioni delle vie urinarie. 

Come usarli? 

Il massaggio con gli oli essenziali:

Quando la sensazione di pesantezza nel basso ventre si fa acuta, bisogna sdraiarsi e aggiungere 2 gocce di olio essenziale ad un olio vettore come l’olio vegetale di mandorle.

Massaggiare delicatamente per alcuni minuti. L’olio essenziale penetra nella pelle e dona una temporanea sensazione di sollievo.

Infine, un altro alleato contro la cistite soprattutto quella cronica è l’utilizzo COSTANTE di tisane coadiuvanti che incrementano il processo diuretico e depurativo che contengono Betulla, Anana