A Natale donate il regalo più grande: un abbraccio

A Natale donate il regalo più grande: un abbraccio

In una magica atmosfera di luci calde, di alberi addobbati e di vischio, ecco il Natale.

Con i suoi pregi e i suoi difetti, con le corse all’ultimo regalo, con i pranzi e le cene da riempire ogni stomaco.

Ma soprattutto con il calore, con la vicinanza, con la famiglia.

Vi abbiamo più volte parlato di quanto la parola Natale spesso possa esser travisata in consumismo.

Ma noi siamo per gli affetti, per i piccoli gesti, per quelli che vogliono donare amore e sentimenti.

Per questo, proprio in occasione del periodo natalizio vogliamo svelarvi quanto possa rivelarsi potente un semplice abbraccio.E di quanto valga.

Un abbraccio fa volare.

Abbracciare significa avvolgere, prendersi cura, rasserenare, trasferire amore e sentimenti. Siano essi di amicizia, affetto, unione, passione.

Il valore sentimentale di un abbraccio è unico. Quante volte ci è capitato di restare abbracciati per ore o quante volte abbiamo coccolato un bimbo con un abbraccio o quando abbiamo stretto a noi un’amica bisognosa di conforto.

Insomma è la medicina ideale per rasserenare e allontanare lo stress.

Non lo diciamo solo noi, ma studi scientifici. Alcuni ricercatori dell’università di Pittsburgh attraverso alcuni test su uomini e donne hanno stabilito che un abbraccio aumenta le emozioni positive e allo stesso tempo diminuisce quelle negative.

Non solo ma l’abbraccio diminuisce la pressione sanguigna grazie alla produzione dell’ossitocina, il famoso “ormone dell’amore”, rafforzando autostima e buonumore.

È quindi un gesto che vale più di mille parole.

Che consente il passaggio di un’energia pregna di significati.

Specialmente a Natale, non siate avidi. Non lesinate. Donatene a profusione e soprattutto chiedetene se ne avete bisogno.

L’abbraccio è davvero un regalo, anzi il regalo. Un dono sempre gradito.

Anche noi di Erboristeria Magentina vi abbracciamo fortissimo, augurandovi un Natale come sempre meraviglioso. Il più bello di sempre.