Cosa spiega l'etichetta degli integratori alimentari?

Cosa spiega l'etichetta degli integratori alimentari?

L'etichetta degli integratori alimentari è disciplinata dal Regolamento (UE) n. 1169/2011 del 25 o obre 2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori.

Stabilisce una dimensione minima dei caratteri per le informazioni obbligatorie al fine di migliorare la leggibilità e l’individuazione in maniera chiara del soggetto responsabile dell’immissione in commercio del prodotto, ma non è più obbligatorio riportare l’indirizzo del sito di produzione o confezionamento.

Le informazioni obbligatorie sull'etichetta degli integratori alimentari sono:

  • nome del prodotto e la denominazione di vendita

  • l’elenco degli ingredienti, specificando in maniera evidente quali possono dare allergie o intolleranze, le quantità di taluni ingredienti caratterizzanti

  • il contenuto netto

  • il termine minimo di conservazione (il famoso “da consumarsi preferibilmente entro”) o la data di scadenza

  • le modalità particolari di conservazione

  • il nome o la ragione sociale e l’indirizzo del responsabile dell’immissione in commercio

  • le istruzioni per l’uso

  • il contenuto alcoolico, ove presente

  • una dichiarazione nutrizionale (ovvero l’indicazione dei tenori per dose massima giornaliera dei vari ingredienti, che può essere espressa con una tabellina o un semplice elenco. Per gli alimenti non integratori serve invece la tabella del valori nutrizionali espressi in calorie, carboidrati, grassi, ...)

  • claims autorizzati, cioè frasi indicanti le proprietà salutistiche autorizzate dal Ministero della Salute per i singoli ingredienti

  • le avvertenze, tra cui sono obbligatorie le diciture: “Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una vita sana, non superare le dosi consigliate, tenere fuori dalla portata dei bambini”

Le Norme di riferimento cambiano molto frequentemente quindi bisogna sempre tenersi aggiornati!